martedì 17 marzo 2015

FOCACCIA AI CEREALI ( E SE NON E' BISUNTA CHE FOCACCIA E' ?)




Cena tra cari amici , organizzo tutto... e questa volta penso anche alla #Focaccia ai cereali che con i formaggi ci sta "divinamente".
Al vino ci pensano loro e mio marito che non vede l'ora di condividere la sua passione per il nettare di uva, così il gioco è fatto ed io mi metto al lavoro!

Avevo già utilizzato la farina ai 7 cereali "Pane Nero" del Molino Spadoni , un'ottima miscela dove potete trovare sia questa ricetta scritta sul retro che due bustine di lievito secco attivo da 10gr cad.una da utilizzare rispettivamente su 500gr di prodotto ma , vista la mia precedente esperienza, ne ho utilizzato quasi la metà facendo attenzione ai tempi di lievitazione ed alla temperatura che avevo in casa in cucina tra forno e fornelli accesi.

Con un pochino di pazienza e lavoro manuale, se non avete una planetaria o una macchina per il pane, avrete un risultato eccezionale che stupirà i vostri ospiti e vi assicuro che un pezzetto tira l'altro.

INGREDIENTI:
  • 500 GR FARINA AI 7 CEREALI "PANE NERO"  MOLINO SPADONI
  • 7 GR LIEVITO SECCO CONTENUTO NELLA CONFEZIONE
  • 4 CUCCHIAI D'OLIO EVO
  • 280 gr ACQUA TIEPIDA
  • OLIO EVO q.b.
PROCEDIMENTO A MANO:

 

In una ciotola  versare la miscela, i 7 GR di lievito ed i 4 cucchiai di olio EVO. Con una forchetta iniziate ad amalgamare , dopodichè aggiungete a filo l'acqua tiepida impastando con le mani fino a creare una palla omogenea

A questo punto c'è solo da lavorare di olio di gomito, impastare sul piano da lavoro con i classici movimenti di piegatura per almeno 10 minuti, sbattendo ogni tanto il panettto con energia sul banco per attivare il lievito.

Mettere a riposare l'impasto coperto con pellicola in un luogo asciutto e possibilmente non freddo ( io lo chiudo nel forno a micronde spento) per almeno un'ora fino a quando avrà raddoppiato il suo volume.
 Raddoppiato il suo volume l'impasto è pronto per essere steso rigorosamente a mano!
Ungete una teglia con olio evo ( io uso comunque anche la carta da forno) , adagiate metà della palla lievitata e stendete, con le dita intrise di olio,  allungando il più possibile la focaccia. Stessa operazione anche per l'altra metà di impasto. Coprire con un telo pulito e lascire le teglie in un luogo asciutto e tiepido per altre 2 ore e mezza circa. ( Se volete dopo un'ora potete riallungare sempre con le dita ed olio evo, la focaccia verrà più sottile e più grande)
A questo punto la focaccia è pronta per essere infornata, ungete ancora con un pennello e mettete in forno statico prescaldato a 220° per 15/20 minuti.
Appena sfornata ripassate con un pennello un'emulsione di acqua, olio e sale verrà lucida e non secca , altrimenti solo olio e verrà un pochino più croccante. Ho aggiunto anche del rosmarino tritato fresco...UN PROFUMO!


Tagliata e mangiata tiepida è fantastica ma rimane gustosa anche fredda, a questo punto tocca a voi !